Più Popolari

Storia porno con la mamma del collega

Sono Claudio e un giorno ero in pausa pranzo e siccome ero solo in mensa ho deciso di farmi una segha. Mi stavo eccitando molto e avevo chiuso gli occhi un attimo per immaginare una storia porno..la sorpresa e stata quando ho aperto gli occhi. Mi sono trovato la mamma di una ragazzo che lavora con me.

La signora e alta 1.65 capelli biondi, occhi castani, labbra piccole ma con una bocca larga, due tette enormi (porta almeno una sesta o anche settima) pesa sui 66 kg.e una donna che mi eccitata molto sia per le tette che si vedono di piu con la sua pancia magra e sia perche ha un culetto piccolo e morbido.

Cmq quando mi ha visto e rimasta bloccata non solo per il fatto che ero nudo ma anche perche io ho un arnese lungo e largo. E’ bello grosso sui 7 cm e lungo 28. La signora allora si avvicina e io mi stavo rimettendo apposto, lei mi ferma e inizia a toccarlo con una mano. Prende il metro e inizia a prendere misure del mio cazzone.

Quando li ha presi mi ha detto”hai un cazzo da urlo, lo vorrei provare” io non me lo sono fatto ripetere due volte. Gli ho preso la testa e lo mesa contro il mio cazzo. La troiona inizia a leccare e a farmi seghe con 2 mani, leccava da dio, dalle palle saliva con la lingua fino alla capella e arrivata ad essa si metteva tutto in bocca fino ad soffocarsi.

Poi si tolse la camicetta e si mette sul tavolo da pranzo con le gambe aperte. Aveva una figa sfondata e rasata. Lo presa gli ho messo le gambe sulle mie spalle e inizio a spaccargli la figa a colpi di cazzo. Il mio cazzo faceva avanti e indietro e ad ogni mio colpa la troia godeva e io a vedere le sue tettone mi eccitavo sempre di piu e spingevo sempre piu forte.

Mentre spaccavo gli leccavo anche i suoi piedini ben curati. Alla fine lei esausta si girò e mi leccò ancora il cazzo bevendo il mio succo che sembra a non finire piu. La troiona ingoio tutto e adesso ogni volta che siamo soli mi faccio delle scopate con la matura tettona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *