Più Popolari
swingers

Scambismo, chi sono gli swingers

Lo scambio di coppia è praticato da tantissime persone e fare gli scambisti per sesso nasconde motivazioni diverse: chi sono gli swingers e come si entra nel mondo dello scambismo.

Scambio di coppia e swingers

Trasgredire a letto con fantasie, giochi erotici e altro per stuzzicare la libido è il passatempo preferito degli italiani, ma la trasgressione più amata è senza dubbio quella dello scambio di coppia. Grazie a un sondaggio di Federsex, si sa che sono almeno 2 milioni gli italiani che sono diventati scambisti per sesso almeno una volta nella loro vita. Di questi, almeno mezzo milione sono swingers consolidati.

Le espressioni scambio di coppia, scambismo, o la più moderna swingers, fanno tutte  riferimento a una pratica sessuale praticata da coppie solide e che stanno insieme da molto tempo. Nel Belpaese pare che gli swingers per abitudine siano un milione. Quando si usano i termini sopra citati, ci si riferisce all’atto di andare a letto con altre persone avendo il pieno consenso di tutti i membri che farebbero parte del triangolo o del quadrilatero amoroso. Non è uan vera e propria forma di tradimento tecnicamente parlando, visto che entrambi i partner sono consapevoli e non si tromba un altro o un’altra di nascosto. Fare sesso con altri per gli swingers non comporta nessun rancore né gelosia in quanto non ci sono coinvolgimenti emotivi con le persone esterne coinvolte. In caso ce ne fossero in futuro, la situazione potrebbe rompere degli equilibri e sfociare proprio nel tradimento, in quanto estraneo e uno dei swingers agirebbero di nascosto. È molto difficile descrivere lo scambista tipo, perché gode di una eccellente istruzione e una carriera lavorativa soddisfacente, oltre a collocarsi nella fascia di età compresa tra i 30 e i 50 anni. Quindi, sono persone insospettabili, coppie comuni che non esternano particolari stranezze o sono particolarmente trasgressive.

Che cos’è lo scambismo

Secondo i più rinomati esperti, lo scambismo non è una vera anomalia nella ricerca del piacere. Questa patologia, in gergo medico, viene definita parafilia e questa condizione patologica non rientrerebbe nello scambio di coppia, salvo che non diventi l’unico modo per venire, sessualmente parlando, e per tenere viva l’intesa di coppia. Si può affermare che fare gli swingers rientra nella categoria delle pratiche erotiche non patologiche solamente se fa parte di una vita di coppia completa, ovvero che presenta altri modi di vivere la sessualità.

Inoltre, bisogna sfatare il mito che sia l’uomo a dirigere il tutto: senza il consenso e l’approvazione della donna, non ci sarebbe scambio di coppia. Il ruolo femminile diventa preponderante quando si tratta di scegliere sia le coppie più idonee, i luoghi e i mezzi per interagire e stabilire un rapporto con esse. L’uomo si limita ad approvare o meno le persone scelte, valutando la sicurezza. Il pensiero che prevale è certamente per l’incolumità di entrambi, testando anche la fattibilità o meno delle scelte della partner.

Luoghi per lo scambio di coppia

Dove si pratica lo scambismo? Per chi vuole sicurezza, la cosa migliore è iscriversi a un Club Privè. Si tratta di un club privato in cui ci sono coppie e single che vogliono fare sesso. Anche qui, in realtà, ci sono delle differenze: esistono gli swingers soft, ovvero quelli che si fermano al petting e che li basta anche solo guardare, oppure gli swingers esperti, i quali vogliono consumare un rapporto sessuale completo. Nei club non ci sono solo coppie, bensì anche single pronti a soddisfare le fantasie più comuni, come il guardone o semplicemente il trio donna o il trio uomo.

Chi invece si sente più sicuro, l’auto sembra il mezzo e il luogo più gettonato per diventare scambisti per sesso. Solo in Italia esistono un migliaio di aree di scambio; si tratta di quartieri e vie adibite proprio per lo scambismo, rigorosamente buie e con regole ben precise. Ad esempio, ci si riconosce con il giochino dei fari, o accendendo e spegnendo il motore. Gli scambisti convinti sanno quali sono le aree calde della propria città. E, a sorpresa, la regione italiana regina degli scambi di coppia risulterebbe la Lombardia, al primo posto precedendo Sicilia e Puglia ( grazie a Lecce).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.