Più Popolari

La vera storia di Valentina Nappi

Finalmente è arrivata Valentina Nappi la regina del porno. Ha lasciato un’intervista dove da il meglio di se. Due anni fa ha scritto a Rocco Siffredi. Oggi è una star. La bella Valentina di cose da dire ne ha tante, visto la vita che conduce.

Valentina Nappi ha deciso di fare porno a vent’anni, per passione, per piacere. Ha esordito al cinema mantenendo il proprio nome e cognome, ha recitato col mitico Rocco Siffredi, si vanta di aver girato una sessantina di scene hard, di usare un linguaggio estremo, di essere fidanzata con un bravo ragazzo, ma di provar piacere a far l’amore con un sacco di maschi, e di sollecitare a esperienze di coppia aperta anche il suo compagno.

valentina_nappi_rocco_siffredi-d5453

Nata a Scafati nel 1990, ma cresciuta a Pompei, ha parlato della sua verginità, raccontando così la sua prima volta. Ha perso la verginità a 12 anni con un “pennone multicolor” nel bagno della scuola, dice sorridendo: “anche se ancora oggi c’è chi cerca la ragazza vergine”. Valentina Nappi ha iniziato la sua carriera nel mondo del porno grazie a una mail inviata, quasi per gioco, a Rocco Siffredi. Il divo del porno italiano l’ha subito chiamata per un film e da lì l’ascesa verso il successo. La libertà sessuale è la sua bandiera e l’idea di fare del corpo un’arte, o un bene pubblico, come lei stessa ha dichiarato durante l’intervista, è ricorrente nella sua missione di liberare la sessualità a 360 gradi. Poi la bella Valentina si è confessata sul porno: “Il porno mi consente di avere una sessualità sopra alla media. Mi sto interessando alle varie tecniche sessuali. Non è facile, c’è poco materiale ed è tutto legato alle religioni orientali. L’evoluzione della tecnica sessuale è importantissima. Io penso che il sesso debba diventare un servizio tanto quanto un massaggio. Se ti faresti fare un massaggio da chiunque non vedo perché non dovresti farti fare un massaggio ai genitali da un professionista che ha studiato per quello”.

valentina.nappi3_

Ad un certo punto gli fanno una domanda: “Non potevi avere una sessualità sopra alla media anche senza fare porno ?”, ovviamente la bella Valentina  Nappi divertita risponde: “No. Sai, in privato è difficile trovare un gruppo di ragazzi con cui fare una gang bang. La gang bang in privato non la vuole fare nessuno. Sono tutti timidi di far uscire veramente il proprio desiderio”. Poi la Nappi ammette che Internet e la diffusione del porno in rete hanno portato la grande svolta nel settore che le ha poi permesso di diventare famosa. E dice a riguardo: “Internet grazie a dio esiste. Permette cose fantastiche, permette di farsi idee diverse rispetto a quella della comunità in cui si vive. Internet per me è libertà. Sessualmente poi, una meraviglia. Io su Internet potevo scegliermi il partner, incontrarlo un’ora dopo e fargli un pompino sotto casa. Velocizza di molto le relazioni. Invece Facebook ci ha veramente rovinati, abbiamo la nonna, la mamma, e la fidanzata che ci controlla”.

Infine ammette di avere delle predilezioni nei filmati a luci rosse: “Apprezzo parecchio la pornografia giapponese e guardo parecchio porno gay perché mi piace vedere due maschi che si baciano”.

Mentre per quanto riguarda l’innamoramento risponde così: “Penso sia un istinto molto più basso del sesso. Le bambine vengono educate all’idea che l’amore sia qualcosa di irrazionale, sai tipo “il cuore non sente ragioni” e queste cazzate qua. Tutte cose che ti fanno soffrire. Quello importante dal punto di vista culturale, sarebbe separare il sesso dall’amore. Nel momento in cui li separi, diventa tutto più chiaro e razionale”. Infine racconta che con il suo ragazzo parla in dialetto torrese, perché a lui piacciono “le vrenzole”. A letto con il suo ragazzo fa sempre la vrenzola. Per chi non lo sapesse, le VRENZOLE sono un tipo particolare di ragazze napoletane, molto volgari. Che dire, la bella Valentina Nappi ha lasciato davvero un’intervista molto personale. Non ha peli sulla lingua, ha raccontato la sua vita, ha raccontato come è avvenuto il suo successo… Allora alla prossima Valentina.

10700287_1505743333045049_8026277522198002660_o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.