Il ferro va battuto quando e’ caldo

Il ferro va battuto quando e’ caldo…. ed il giorno seguente all’ardente notte d’amore durante la quale ero finalmente riuscito a coinvolgere mia moglie nella mia eccitante fantasia… le domandai se tra i nostri amici c’era qualcuno che le piaceva ……

A quel punto guardandomi freddamente, rispose:

< Attento !….Ti ho già avvisato che se si presenta l’occasione… non accetto ripensamenti ! >
< Stai tranquilla Tesoro !   E’ una cosa sogno da anni e per niente al mondo cambierei idea ! >
< Allora OK !…. Però non pensare a nessuno dei nostri amici perché poi saremmo sulla bocca di tutti ! >
< Hai ragione ! … Sceglierai tu stessa un bel “torello” al di fuori del nostro ambiente … >
< Poiché mi sembri convinto…… Qualche giorno fa’ nel Supermercato un cliente mi ha aiutata a sistemare le buste della spesa nella macchina…. e da allora aspetta che arrivo per cercare di rimorchiarmi…. >
< Interessante ! … Com’e’ ?…. >
< Alto, Bruno, Elegante ….. Tu sai che non sono di gusti facili e…… quello me lo farei volentieri ! >
< Allora e’ fatta !   Però non lasciarmi fuori gioco ! >
< Non ti preoccupare. La cosa mi eccita…ma solo se sento averti come complice… >

Era l’affermazione che desideravo e qualche giorno dopo mia moglie mi raccontò che aveva rivisto il suo nuovo amico e cedendo alla sua insistenza si erano scambiati i numeri di teléfono.
L’effetto del suo gioco di seduzione non si fece aspettare e quando la stessa sera squillò il suo telefonino, rispose sorridendomi maliziosamente:

< Ciao ! ….. Grazie, ma ti ho detto che sono sposata e non posso uscire da sola >

Poi divertita per quello che l’altro le diceva, rispose :

< Ahhh !… Ahhh !…. Spiritoso !…. E’ chiaro che non sarei da “sola”…. ma non con mio marito ! >
… e dopo un breve silenzio, riprese:
< Certo che mi piacerebbe, ma non so quando sarà possibile… Domani gli domanderò quali sono i suoi impegni di lavoro e ti farò sapere…. >

A conversazione conclusa, mi riferì che quando gli aveva ricordato che era sposata, aveva insistito domandandogli quando io sarei stato assente per poterla invitare a cena e passare la serata insieme….

A quel punto convenimmo che il giorno seguente lo avrebbe chiamato per dirgli che il prossimo venerdì sera avrebbe potuto accettare il suo invito in quanto io sarei rientrato dal lavoro solo a tarda notte



Naturalmente Lui esultò ed il giorno convenuto, mia moglie passò il pomeriggio nel suo Salone di Bellezza e quando rientrò non potei fare a meno di esclamare:

< Madonna !… Che tronco di Fica !…. Vuoi provocargli un infarto ? > >

Le sue labbra carnose e le unghie delle mani e dei piedi erano laccate rosso fuoco ed i lunghi capelli neri pettinati in alto le lasciavano il collo scoperto, esaltando la sua straripante sensualità!
Cercando tra il suo intimo la scelta cadde sulle sexy mutandine che le avevo offerto per quell’occasione e poiché le sue tette non hanno certamente bisogno di reggiseno per puntare al cielo abbandonammo quest’ultimo nel cassetto.

La temperatura di fine estate ci suggerì una camicetta ed una gonna di lino, con uno spacco davanti che ad ogni passo si apriva mostrando le sue belle cosce tornite e dei sandali con tacco alto, che slanciando ancor più le gambe, le mettevano in risalto il prezioso culetto a mandolino.

Un girocollo e degli orecchini di perle completavano il suo abbigliamento ed inutile dire che immaginando il seguito della serata avevo il cazzo duro come il marmo !

Verso le 20,30 vedemmo la sua macchina fermarsi davanti casa ed accompagnatala alla porta, la baciai  sulle labbra sussurrandole:

< Passa una bella serata…. ed approfitta al massimo del tuo amico, Amore !…. >

Con il cazzo teso all’inverosimile accesi la televisione alla ricerca di un programma che riuscisse a distrarmi… ma la mia ricorrente fantasia continuava a ripropormi le eccitanti immagini di mia moglie in azione con l’altro…. e trovai sollievo solamente masturbandomi.

Verso le 2 del mattino sentii aprire la porta di casa e la vidi apparire sorridente, i capelli sciolti ed il trucco disfatto, che non lasciavano dubbi sullo svolgimento dell’incontro…..

Sulla camicetta semiaperta e sgualcita, una vistosa macchia bagnata con l’inconfondibile odore di sperma, mi provocò un’immediata erezione ed accarezzandole le tette ancora umide, le commentai:

< Vedo che hai avuto successo !….. Però che peccato perdere tutto questo Ben di Dio ! >
Con un malizioso sorriso mi rispose:
< Vado a farmi una doccia e ti racconto… >
< Noo!….. Aspetta !….. Con questo profumo sei irresistibile ! …. Raccontami tutto subito ! >

In preda all’eccitazione l’attirai in camera da letto e quando mi resi conto che non indossava le mutandine, non mi diede il tempo di domandarle il motivo e cominciò a raccontarmi:

< Ti ricordi di quel ristorante sulla collina ?….. Dopo aver cenato, ci siamo fermati per guardare il panorama dal belvedere… >
< Si…. Un posto elegante e  romantico ….. Ed allora ? … >
< Behhh…. Era deserto ….. e complice la luna piena ci siamo un po’ entusiasmati…. >
< Me lo immagino ….. Continua ! >
< Ci siamo baciati… e quando mi ha sbottonato la camicetta per leccarmi le tette…. Lo sai come sono sensibili !….>
< Sii… Sii…. lo so bene !…… E allora che hai fatto ? >
< Non lo so più !…. Mi sono trovata in mano un cazzo cosi bello che non ho resistito…. >
< Gli hai fatto un pompino ? >
< Oddio !…. Che cosa credi ?…. Era cosi bello e con una cappella cosi gonfia che sono appena riuscita a prenderla in bocca… ma quando ho cominciato a succhiarla, e’ venuto come un bambino alla prima esperienza ! >
< Certo !…. Con le tue labbra di fuoco chi potrebbe resistere ?… Ma perché non gli hai mangiato tutto ? >
< Impossibile !… Chissà da quanti giorni non veniva !…. Al suo primo getto avevo la bocca piena… e dopo essermi sollevata ha continuato a schizzare cosi violentemente che mi ha bagnato la camicetta ! >
< Peccato !…  Almeno era buono ? >
< Sii, Squisito !…. E dopo aver sborrato era ancora cosi dritto e duro che avevo voglia di sentirlo nella pancia… ma si era fatto troppo tardi e cosi gli ho detto che dovevo rientrare a casa, ma di prepararsi per la prossima volta perché lo avrei lasciato senza una goccia di sperma per la moglie ! >
< Ma almeno te hai goduto ? >
< Si Tesoro !…. Lo sai che quando ho il cazzo in bocca vengo senza bisogno che mi tocchino… ma comunque prima di lasciarci… mi ha tolto le mutandine…. e mi ha fatto venire con la lingua !>
< Meraviglioso !….. Quando lo rivedi digli che la prossima volta dovrà farlo davanti a me! >
< Ohhh Sii…. Sara’ ancora più bello, Amore !…. Pero prima voglio scoparmelo qualche volta da sola ! >

Il suo racconto era cosi eccitante che l’attirai facendola impalare sul mio cazzo che era diventato d’acciaio dicendole:

< OK !… Adesso montami e fammi vedere come te lo chiaverai nel nostro letto matrimoniale ! >

Immergendosi nella mia fantasia, cominciò a cavalcarmi come un’indiavolata e quando le convulsioni dell’orgasmo la invasero, non fui in grado di controllarmi e le inondai la pancia col mio seme !
Fu sicuramente una delle nostre più ardenti scopate e finalmente soddisfatti, ci addormentammo allacciati come due sposini innamorati….