Più Popolari

I sex toys non conoscono crisi: i dati di mercato

Il settore dei sexy shop sfida ogni possibile crisi italiana, ponendosi in una posizione di vero e proprio privilegio all’interno del mercato italiano. Un settore che non conosce crisi, che non vive momenti di difficoltà e che, anzi, negli ultimi anni è sempre più in via di sviluppo.

Da un lato la richiesta, che si fa sempre più articolata caso per caso e porta – necessariamente – a creare un certo tipo di prodotti in grado di soddisfare ogni specifico desiderio. Dall’altro l’offerta, che non manca mai di stupire attraverso i sex toys, i giocattoli sessuali che sono tanto richiesti da uomini e, soprattutto, donne. Sono proprio i sex toys a essere oggetto di analisi di mercato: un’analisi in grado di creare delle interessantissime percentuali.

Il mercato dei sex toys

Ad oggi, il mercato dei sex toys si fa sempre più intenso, grazie anche alla presenza dei sexy shop online che, grazie alla possibilità di effettuare acquisti in anonimo e senza spostarsi, sono sempre più apprezzati dagli utenti. Interi cataloghi di oggetti di brand nazionali e internazionali, ordinati per categorie e per ogni tipo di utilizzo è disponibile per gli utenti, che possono effettuare i loro acquisti come in qualsiasi altro catalogo online: possono acquistare da negozi fisici o da negozi soltanto fittizi (senza, cioè, la presenza del luogo fisico ma avendo comunque a disposizione il catalogo), possono servirsi di importanti sconti e, in generale, hanno la possibilità di veder soddisfatte tutte le loro richieste nella maggior parte dei casi.

I compratori, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, sono per la maggior parte femminili. Sembra molto strano che la popolazione maschile sia in netta inferiorirà di percentuale nell’ambito dell’acquisto di sex toys, eppure dai dati rilevati sono proprio le donne (in netta maggioranza, circa il 40%) ad avere il monopolio degli acquisti online di giocattoli sessuali. Gli uomini seguono al 25%, ben distanti dal primato femminile. Concreta percentuale è quella che riguarda, invece, le coppie: al 35% l’acquisto di coppia, con oggetti per entrambi i sessi o per soddisfare al meglio il rapporto tra uomo e donna. Gli acquisti crescono sempre più tra i giovanissimi, anche se la popolazione interessata maggiormente è pur sempre quella di almeno 18 anni.

Alcuni dati relativi ai compratori

Non solo la fascia di popolazione e il genere, ma anche altri dati sono disponibili e relativi ai compratori veri e propri. E’, come dicevamo, la popolazione più adulta ad acquistare, con una crescita esponenziale negli ultimi anni. Se si guarda, ad esempio, ai dati del 2018 e li si rapporta a quelli di due anni fa, l’acquisto di giocattoli sessuali è cresciuto del 300% nella popolazione giovanile (compresa, cioè, tra i 20 e i 30 anni) e del 200% nelle altre fasce di età (tra i 30 e i 40 e anche tra i 40 e i 50 anni). A spendere nei sexy shop online come  AhhSi.it sono più le donne anche tra i giovanissimi.

Il prezzo medio, speso in una coppia, per l’acquisto di giocattoli sessuali è compreso tra gli 80 e i 90 euro; i toys prediletti sono quelli classici, anche se le coppie non disdegnano quelli di nuovo utilizzo, che si servono di app in grado di far funzionare il tutto anche a distanza. Ancora una volta, dunque, è la tecnologia a far funzionare i sexy shop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.